Orizzonte Università

  /  news   /  Appelli straordinari e proroga anno accademico: a che punto siamo?

Appelli straordinari e proroga anno accademico: a che punto siamo?

È da qualche settimana che si vocifera di prorogare l’intero anno accademico. Intanto, però, qualche università si già sta attrezzando per venire incontro agli studenti. Ma prima facciamo un rapido punto della situazione.

Proroga anno accademico

Sono in molti a chiederlo e gli studenti in primis. Ne è una chiara dimostrazione le tante proteste che si stanno susseguendo da gennaio ad oggi, in cui appunto si richiede la proroga dell’intero anno accademico per non costringere gli studenti a pagare ulteriori tasse per sessioni d’esame extra e per sessioni di laurea saltate, o comunque impedite dalla situazione pandemica che molto ha pesato sullo studio e sulle tempistiche.

L’ormai ex ministro dell’Università e della Ricerca Manfredi aveva affermato che “per venire incontro ai ragazzi ed evitare che ci siano costi aggiuntivi, con grande probabilità prorogheremo l’anno accademico a giugno. Così ci si potrà laureare fino a giugno senza doversi riscrivere all’università”. Se le premesse erano rosee, la nomina del neo ministro Cristina Messa (da parte di Draghi) ha messo di nuovo in discussione il provvedimento e solo il tempo ci dirà se gli studenti saranno ascoltati.

Le università con lauree a maggio

Al momento, solo l’Università di Bologna ha annunciato (tramite l’associazione Link-Studenti indipendenti) ha indetto una sessione straordinaria per permettere ai suoi studenti di laurearsi a maggio.

Dopo mesi di richieste inascoltate, attivazioni dal basso e proteste in Rettorato – afferma Lorenzo Baldino di Link – finalmente gli studenti e le studentesse possono cantare vittoria: l’appello straordinario di laurea di maggio 2021 diverrà realtà“. L’appello straordinario sarà calendarizzato tra il 25 e il 28 maggio e sarà accessibile per chi sarà in possesso dei requisiti necessari entro il 31 marzo 2021.

Baldino non ha mancato occasione di citare il possibile provvedimento che vede la proroga dell’anno accademico in toto per tutte le università. “Da oltre un semestre ribadiamo l’importanza di una proroga dell’anno accademico per sopperire alle difficoltà incontrate dagli studenti in questa fase di emergenza sanitaria. Perché l’appello di maggio venga considerato in corso per l’anno accademico 2019-2020 è ancora necessaria l’approvazione della proroga dell’anno accademico a livello nazionale. Per cui continueremo a farci sentire“.

You don't have permission to register