Orizzonte Università

  /  news   /  Fiera Didacta Italia: corsi su strategie digitali e insegnamento innovativo
fiera didacta

Fiera Didacta Italia: corsi su strategie digitali e insegnamento innovativo

In provincia di Firenze la Fiera Didacta, un evento dedicato all’innovazione nella metodologia di insegnamento, che in realtà si rivela un grande “seminario” sulla capacità, da parte dei docenti, di insegnare a pensare ai ragazzi lasciandosi aiutare dagli strumenti digitali di oggi.

Oggi non si tratta più, nel mestiere di docente, di usare le tecnologie digitali per rendere più interessante o fruibile una lezione universitaria o scolastica. Non è importante soltanto usare dei software dedicati alla schematizzazione o visualizzazione dei concetti, che siano essi concetti della filosofia, della biologia o dell’architettura, e così via all’infinito. Si tratta oggi di comunicare, a coloro che ci domandano il sapere, una strategia di pensiero, se così possiamo dire, diversa. Si tratta di aprire, ai ragazzi, la possibilità di vivere un ambiente mentale fatto di continuo interscambio tra l’iter conoscitivo spontaneo (la nostra facoltà di risoluzione di un problema) e l’iter dell’ausilio informatico, dal calcolatore fino all’intelligenza artificiale. 

Alcuni focus della Fiera Didacta

Alla Fiera Didacta Italia, a Fortezza da Basso (Firenze) dal 20 al 22 maggio 2022, accade proprio questo. La formazione indirizzata al personale docente sarà strutturata in attività ed eventi ad hoc secondo i vari livelli di istruzione per i quali gli iscritti sentano la necessità di aggiornarsi. Una tre giorni di seminari e workshop dei quali accenniamo qui alcuni “focus” fondamentali. 

C’è il workshop “Avvicinamento alla metodologia del Debate per i docenti”.  Il DEBATE è una strategia didattica consistente in un dibattito con tempi e regole precisi, in cui due team di studenti si contrappongono sostenendo o rigettando un concetto. C’è dunque, per dir così, la squadra del PRO e quella del CONTRO, in riferimento alla comprensione di un “oggetto” (una teoria scientifica, il senso di un postulato filosofico, ecc.). È suggestivo, e per niente “campato in aria”, il flash che ci riconduce al ricordo delle accanite, appassionate disputationes delle università medievali.

Il coding

Un altro punto chiave che compare nella presentazione dell’evento è l’inserimento del coding nei diversi cicli di istruzione. CODING è un termine che corrisponde, più o meno, a “programmazione informatica”. E’ in realtà la capacità di disciplinare la propria mente fino a saper comporre e scomporre i termini dei problemi, tanto da riuscire a preparare un elaboratore a coadiuvarci. E’ la scienza dell’“aiutare l’elaboratore ad aiutarci”. 

Inutile dire che tutto questo può preparare i docenti ad una maieutica che tiri fuori dai ragazzi un modo svelto e sciolto di apprendere, in qualsiasi campo, dalla filosofia alla matematica. Buona esperienza a tutti!

You don't have permission to register