Orizzonte Università

  /  news   /  Lecce è pronta ad accogliere una nuova facoltà di Medicina

Lecce è pronta ad accogliere una nuova facoltà di Medicina

Le domande di ammissione alle facoltà di Medicina sono sempre tantissime, così come le richieste per le borse di specializzazione. E se la pandemia ha mostrato come laureati in medicina non siano mai abbastanza, Lecce si appresta ad accogliere nella sua scuderia proprio una nuova facoltà di Medicina, Chirurgia e Applicazione biomedicali, così da dare possibilità agli studenti pugliesi (e non solo) di studiare uno degli ambiti scientifici più affascinanti e ambiti.

I fondi

La novità è stata presentata dal governatore Michele Emiliano insieme al sindaco di Lecce Carlo Salvemini e al rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice. Nonostante sia quasi certa, come ultimo step manca il parere dell’Agenzia nazionale di valutazione delle università e della ricerca, ma intanto la giunta regionale ha deliberato lo stanziamento di 83 milioni di euro per l’avvio dell’ambizioso progetto.

Se fosse stato un problema solo politico ci saremmo arrivati tempo addietro – ha detto Emiliano sulle pagine di Repubblica – questo passaggio cambia il rapporto tra potere e sapere, che ha un ruolo centrale come quello della decisione politica. Quando un ateneo come questo decide di fare un passo come questo, tutti gli altri devono capire che il vantaggio sarà per tutti. Abbiamo dovuto spiegare che questa era una opportunità per tutta la comunità scientifica e accademica, tutte le Università pugliesi ne trarranno vantaggi. Siamo qui per alimentare una produzione di beni e servizi. La facoltà di Medicina a Lecce è una grande opportunità per l’umanità“.

Un impegno lungimirante

Carlo Salvemini, dal canto suo, ha voluto ricordare come il traguardo quasi raggiunto sia in realtà simbolo di un impegno più vasto e perdurato nel tempo. “Ci sono le impronte di tanti dietro questo risultato. Sono qui a testimoniare l’orgoglio di tutta la città. Annunciamo questa iniziativa nel corso del 2021, anno della pandemia che ha imposto due temi all’ordine del giorno: importanza della sanità pubblica e dei servizi territoriali e degli investimenti in capitale umano Per fare le cose occorre il tempo che occorre. È un’opportunità per tanti di costruire il proprio futuro senza doversi spostare dalla propria terra. Può essere una opportunità per tanti anche di scegliere il Salento per formarsi“.

Infine, Fabio Pollice ha sottolineato come una facoltà di Medicina potrebbe rendere la Puglia una regione sanitaria, capace di invertire “flussi delle troppe persone che cercano fuori una cura. Stiamo costruendo una visione innovativa, vogliamo attrarre intelligenze da fuori e creare un polo dell’innovazione”.

You don't have permission to register