Orizzonte Università

  /  news   /  L’Università Europea cambia sede e accoglie studenti da ogni parte del globo

L’Università Europea cambia sede e accoglie studenti da ogni parte del globo

Si trasferirà a piazza San Marco, avvicinandosi così ai colleghi dell’Università di Firenze. Lo si apprende da un testo di Alexander Stubb, l’attuale direttore della School of Transnational Governance, European University Istitute, riportato su la Repubblica. L’ex Primo ministro della Finlandia è convinto che lo spostamento della sede favorirà l’economia e il rilancio dell’area con l’arrivo di studenti, personale accademico e amministrativo che trasferiranno lì le loro attività.

L’apertura intereuropea

L’Università Europea quest’anno ha moltiplicato le proprie attività e i propri eventi, tra cui citiamo una recente intervista ad Hillary Clinton. Proprio quest’anno, per la prima volta dal 1976, ha aperto le sue porte anche agli studenti di livello Master provenienti da 35 paesi sparsi per il mondo, non solo quindi dell’Unione Europea. A questo hanno contribuito le borse di Studio La Pira con cui si potranno accogliere gli studenti più meritevoli dal sud del mondo.

Le sfide per il prossimo anno

Saranno ovviamente in relazione con la recente crisi portata dalla pandemia. A tal proposito, si procederà con lo sfruttare l’inguaribile fascino della città di Firenze oltre alle qualità del master. Nel prospetto, Stubb non manca di citare il già consolidato rapporto con l’Università di Firenze, nella speranza che i rapporti tra le due istituzioni saranno favoriti dalla vicinanza strutturale. Una serie di eventi ha già mostrato questa sinergia, come “La società che verrà” con soluzioni innovative post-pandemia.

Si punta anche al ritorno in versione fisica dello State of the Union, forum di discussione che riunisce capi di Stato e di Governo, funzionari internazionali, accademici e che va avanti ormai da dieci anni. Per la prossima edizione saranno probabilmente confermate le partecipazioni della Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, i Commissari Vestager e Breton e la Presidente della BCE Christine Lagarde. Tutto questo per confermare e presentare Firenze come punto d’incontro, e di nascita, di idee per la società europea. Il tema, infatti, riguarderà il ruolo dell’Europa nel mondo.

You don't have permission to register