Orizzonte Università

  /  news   /  Sono sei i nuovi corsi di laurea in arrivo quest’anno

Sono sei i nuovi corsi di laurea in arrivo quest’anno

Il decreto di riordino del MUR, guidato dal ministro Gaetano Manfredi, ha previsto l’introduzione di sei nuove lauree triennali professionalizzanti, e l’abolizione di altri corsi di laurea. Queste lauree personalizzanti si basano sul lavoro congiunto tra università italiane e ordini professionali e servono a creare figure altamente specializzate.

Parliamo di corsi triennali professionalizzanti che si aggiungono ai 25 già previsti in alcuni atenei italiani, per arrivare a un totale di 31 corsi di questa tipologia tra Nord e Sud.

I sei nuovi corsi, che non saranno pertanto presenti in tutte le università, sono:

  • Tecniche della protezione civile e sicurezza del territorio (L-7) a L’Aquila;
  • Tecnologie digitali per le costruzioni (L-7) alla Federico II di Napoli;
  • Costruzioni, infrastrutture e territorio (L-7) a Parma;
  • Sistemi industriali e dell’informazione (L-9) alla Politecnica delle Marche;
  • Tecnologie alimentari per le produzioni dolciarie (L-26) all’università del Sannio;
  • Produzione sementiera e vivaismo (L-25) all’università della Tuscia.

Verranno invece aboliti altri corsi professionalizzanti considerati ormai obsoleti, o che non hanno avuto successo, che consentivano l’accesso alle professioni di agrotecnico, geometra, perito agrario e perito industriale.

È probabile, inoltre, che con il decreto ministeriale di riordino degli atenei (da tempo atteso e che sembra in arrivo) i sei nuovi corsi di laurea rientreranno in tre corsi di laurea specifici, e cioè:

  • L-P01 professioni tecniche per l’edilizia e il territorio;
  • L-P02 professioni tecniche agrarie, alimentari e forestali;
  • L-P03 professioni tecniche industriali e dell’informazione.

Se questo accadrà, le nuove lauree dovrebbero essere disattivate, secondo il decreto, a un anno dall’entrata in vigore dello stesso.

You don't have permission to register