Orizzonte Università

  /  news   /  Dottorati Internazionali in IA e Sostenibilità
dottorati

Dottorati Internazionali in IA e Sostenibilità

Con due dottorati in “Intelligenza Artificiale” e “Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico” si intendono formare generazioni di dottori di ricerca in grado di guidare la transizione digitale ed ecologica del Paese. Sono stati attivati su sollecitazione del MUR e sono finanziati al 50% da quest’ultimo e al 50% dalle università ed enti di ricerca partecipanti.

Intelligenza Artificiale

Il dottorato di ricerca in Intelligenza Artificiale sarà coordinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università di Pisa. Partirà con un finanziamento di oltre 15milioni di euro, che si traduce in 170 borse a disposizione. Si tratta, ad oggi, di uno dei programmi di dottorato sull’IA più ambiziosi a livello mondiale. Nello specifico, il dottorato sarà suddiviso in 5 aree di specializzazione. Ognuno di questi sarà coordinato da un’università capofila:

  • Salute (Campus Bio-Medico di Roma);
  • Industria 4.0 (Politecnico di Torino);
  • Agricoltura e Ambiente (Università Federico II di Napoli);
  • Sicurezza (Sapienza Università di Roma);
  • Società (Università di Pisa).

Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico

Il dottorato in “Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico” sarà invece coordinato dalla Scuola IUSS di Pavia. Partirà con un finanziamento di 8milioni, che si traduce in più di 100 borse di dottorato per il primo ciclo. Sarà il primo in Italia (e in Europa) sui temi della sostenibilità e del cambiamento climatico con più approcci disciplinari. 

Due dottorati, un grande progetto

I due dottorati prevedono, oltre che la presenza degli atenei coordinatori e università capofila, anche il coinvolgimento di altre risorse nazionali. Sono state infatti indette due chiamate aperte, ognuna dedicata a uno dei due dottorati, da cui è stata fatta un’attenta selezione. Sono 52 le università e 3 gli enti pubblici di ricerca per il dottorato in Intelligenza Artificiale e 30 atenei e il contributo di 6 EPR per il dottorato in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico. 

La selezione per i candidati alla prima edizione ha visto l’ammissione di oltre 270 dottorati (170 per AI e 105 per Sostenibilità e Clima). 

I dottorati e il CNR

Il progetto del dottorato nazionale in AI (PhD-AI.it) mostra l’importanza strategica per il Paese di promuovere una stretta collaborazione tra il mondo accademico e quello degli enti pubblici di ricerca per dare una risposta alle complesse sfide socio-economiche-ambientali che la nostra società e il mondo stanno affrontando. – Afferma la presidente del CNR Maria Chiara Carrozza – Il CNR, con la sua presenza su tutto il territorio nazionale e la sua forte vocazione multidisciplinare, è il naturale catalizzatore per l’avvio e il coordinamento di azioni strategiche per la trasformazione digitale del Paese con l’obiettivo di realizzare una società più resiliente, sostenibile, efficiente ed equa. Attraverso i suoi istituti, il CNR fornirà un contributo ampio ed articolato al dottorato nazionale in AI, relativo sia agli aspetti metodologi e fondazionali sia alle ricerche multidisciplinari che caratterizzano le cinque aree di specializzazione: la salute, l’agricoltura e l’ambiente, la sicurezza, l’industria, e la società.

Gli atenei coinvolti

È tempo di costruire il futuro dell’Italia. – afferma il Rettore dell’Università di Pisa Paolo Mancarella Il Dottorato nazionale in Intelligenza Artificiale, coordinato dall’Università di Pisa assieme al CNR, è un passo importante in questa direzione. Consente oggi al nostro Ateneo di avere un ruolo attivo nello sviluppo delle strategie nazionali e questo ci riempie di orgoglio. Specialmente in un momento in cui il nostro Paese ha particolarmente bisogno di vedere all’orizzonte la possibilità concreta di una nuova stagione di crescita e di sviluppo. Nella sua realizzazione, le opportunità offerte dall’Intelligenza Artificiale, se debitamente sfruttate, giocheranno sicuramente un ruolo fondamentale.  In questo, la risposta avuta da parte del sistema nazionale dell’università e della ricerca alla nostra chiamata aperta dell’autunno scorso non può che farci guardare al futuro con grande fiducia.

Le scelte di oggi determinano le conseguenze sul futuro dei nostri figli e nipoti. E’ ormai evidente che solo con l’integrazione di competenze si possono affrontare le nuove sfide del progresso. – parole del Rettore della Scuola Superiore IUSS di Pavia Riccardo Pietrabissa – Il nuovo dottorato in Sviluppo Sostenibile e Cambiamento Climatico coordinato dalla Scuola IUSS di Pavia offre una straordinaria occasione per sperimentare, su larga scala nazionale, la formazione di una nuova classe dirigente che avrà una visione ampia sulle opportunità e sui rischi del progresso. Dall’ambiente alla società, dalla tecnologia all’ economia, dal territorio alla salute. Così si preparano i nuovi dottori di ricerca in sviluppo sostenibile e cambiamento climatico, pronti non solo a cambiare il proprio stile di vita, ma anche a essere promotori della costruzione di un futuro green.

You don't have permission to register