Orizzonte Università

  /  news   /  Centro Studi Femininum Ingenium: genio e contributo intellettuale femminile nella storia
Centro Studi Femininum Igenium

Centro Studi Femininum Ingenium: genio e contributo intellettuale femminile nella storia

In piena pandemia è nato, con sede a Pomezia (Roma), il Centro Studi Femininum Ingenium.  Un’eccellenza partita dalla forte volontà di docenti di vari Atenei Italiani, in primis la fenomenologa Angela Ales Bello, di “tirar fuori dal buio” l’enorme quantità di testi femminili, nella filosofia e in ogni branca del sapere, ancora trascurati.

Un impegno di decenni

La professoressa Angela Ales Bello, docente di Filosofia Contemporanea alla Pontificia Università Lateranense di Roma, profonde da anni il suo impegno divulgativo instancabile a favore di una filosofia che possa entrare nelle nervature della società. La sua “casa d’elezione” è il Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche”, con sede a Roma, in via dei Serpenti, 100. Da sempre (e ormai da due anni in remoto) il CIRF è luogo d’incontro non solo di filosofi, ma anche di psicologi, psichiatri attivi sul campo, in un fecondo incontro tra lo sforzo puramente filosofico e discipline giovani e sempre più necessarie nell’oggi, come le neuroscienze.

I focus del Centro Studi Femininum Ingenium

Il centro Femininum Ingenium non è un’istituzione di studi femministi, bensì di studi femminili. Non si approfondisce il pensiero sulla donna, ma il pensiero delle donne. Citiamo dal sito: il Centro «intende promuovere la cultura femminile e la conoscenza di quelle figure femminili della storia, del pensiero, della letteratura e dell’arte, più o meno conosciute al grande pubblico». E ancora: «la domanda di fondo che ispira la ricerca del CSFI è, dunque, comprendere in cosa consista, di fatto, la femminilità». Una grossa opportunità di approfondimento anche per tutti i docenti, gli studenti e i ricercatori impegnati nei gender studies.

You don't have permission to register