Orizzonte Università

  /  news   /  Meet the Future, nuovo incontro: “L’Italia che innova: un ponte tra università e impresa”

Meet the Future, nuovo incontro: “L’Italia che innova: un ponte tra università e impresa”

Si terrà domani alle 11.00 il nuovo incontro di Meet the Future, l’iniziativa lanciata da Repubblica dedicata ai grandi economisti. Il tema dell’incontro in diretta streaming sarà “L’Italia che innova: un ponte tra università e impresa”.

Nell’incontro si parlerà di come l’innovazione sta cambiando il mondo dell’occupazione. Saranno ospiti il ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, il rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta, il rettore del Gran Sasso Science Institute dell’Aquila Eugenio Coccia, il capo della Ricerca e sviluppo di Huawei Italia Renato Lombardi e l’ingegnere Laura Aschei, dottoranda presso l’Università di Pavia.

Le domande sulle quali gli ospiti si confronteranno ricalcano perfettamente l’obiettivo di Meet the Future: Le università italiane hanno bisogno di collaborare con le imprese? E quanto è importante per le aziende private la ricerca che si fa nei laboratori degli atenei? È possibile far comunicare questi due mondi meglio di quanto non avvenga oggi? E come?

Il bisogno di porsi queste domande nasce dal fatto che le università italiane nelle aree STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) pagano un ritardo ormai decennale in fatto di investimenti. Sono fanalino di coda in Europa per gli stanziamenti pubblici e se negli ultimi anni c’è stata una crescita nel numero dei ricercatori (e un abbassamento della loro età media) lo si deve soprattutto alle assunzioni nel settore privato, mentre università ed enti sono sostanzialmente fermi.

A tal proposito, oltre alla sicura valenza degli altri ospiti, saranno fondamentali le testimonianze del capo della Ricerca e sviluppo di Huawei, che è una delle aziende più innovative del mondo, e della dottoranda in ingegneria che affronterà il problema dal punto di vista degli studenti.

Vi rimandiamo a domani mattina, quindi, per non perdere questo interessantissimo dibattito.

You don't have permission to register