Orizzonte Università

  /  news   /  Sondaggio UDU in tema di discriminazioni

Sondaggio UDU in tema di discriminazioni

L’Unione degli Universitari (UDU) ha deciso di avviare un’indagine sulle tematiche discriminatorie all’interno delle università. L’iniziativa nasce come risposta all’esigenza avvertita da molti studenti, soprattutto dell’UDU di Parma, che ha portato a far luce sul tema per poter essere poi analizzato e affrontato.

Nei giorni scorsi, infatti, l’UDU ha pubblicato su internet (soprattutto sui social come Facebook e Instagram) un’interessante e particolare questionario, un sondaggio grazie al quale raccogliere informazioni riguardanti le tematiche discriminatorie sempre più diffuse in ambito universitario.

Il Presidente in carica dell’UDU, Roberto Panzera, in collaborazione con l’Associazione LGBT parmigiana (l’Ottavo Colore), ha predisposto così una serie di domande per tastare il livello di diffusione del fenomeno sulla base delle istanze provenienti dai giovani universitari che hanno dimostrato quanto il problema della discriminazione sia ancora reale, tangibile e radicato nonostante l’evoluzione costante della società. Sono proprio le esperienze e gli episodi discriminatori riportati dagli studenti che hanno spinto a porre l’attenzione sulla tematica che, tra l’altro, non si esaurisce solo nel contesto strettamente universitario ma si esplica anche nelle difficoltà, ad esempio, di trovare casa per motivi legati all’orientamento sessuale, al razzismo, all’abilismo, all’origine geografica e alla classe sociale.

Il sondaggio, di circa dodici domande, si potrà effettuare durante tutto il periodo delle festività natalizie dopo il quale verranno analizzate le risposte e affrontate le conseguenze dei risultati. Il questionario non è diretto solo alle vittime ma anche a tutti coloro che hanno assistito passivamente a sopraffazioni e a comportamenti discriminatori e ingiusti, e costituisce il primo passo di un progetto diretto a creare una rete di associazioni, universitarie e non, in cui l’informazione reciproca e la denuncia di tali condotte devono rappresentare gli strumenti attraverso i quali il fenomeno della discriminazione, che nasce sempre dall’ignoranza e dalla mancanza di cultura, possa essere bandito.

You don't have permission to register